L’organico di PANACEA è costituito da Ricercatori e Tecnici suddivisi in Senior ed Junior.
Ai Senior è affidata la responsabilità di azioni di ricerca programmate nei progetti di ricerca già finanziati.
I Senior, avvalendosi degli Junior, organizzano l’azione di ricerca, redigendo un protocollo di prova con le metodologie che saranno adottate. Conducono l’azione di ricerca e riferiscono i risultati attraverso relazioni tecniche o articoli scientifici. Provvedono altresì a formare gli Junior.
Gli Junior forniscono supporto ai Senior, acquisendo le conoscenze per diventare in futuro responsabili di azioni di ricerca. Ci si avvale inoltre di esperti di chiara fama a livello internazionale in qualità di consulenti per migliorare la qualità della ricerca.
La formazione scientifica dei partecipanti al Polo è difatti una delle priorità così come la promozione di contatti con aziende del settore che possano portare a qualificate assunzioni.
Per quanto riguarda la formazione, questa viene favorita attraverso stages all’estero, consulenti stranieri di alto livello scientifico, contatti e scambio di informazioni con colleghi europei per la conduzione di Progetti di ricerca finanziati dalla UE, e, una volta che CRA-ING renderà abitabile la foresteria di cui è dotata, promuovendo collaborazioni e scambi di ricercatori con Istituti di ricerca stranieri.
Lo scopo è quello di arrivare ad un Polo di ricerca in cui le competenze straniere siano molto presenti e dove si parli solamente la lingua inglese, anche per far acquisire al gruppo competenze linguistiche indispensabili per l’accesso ai finanziamenti europei. Per quanto riguarda la promozione di opportunità lavorative, molte attività di ricerca vengono condotte in collaborazione con imprenditori agro-industriali che stanno investendo nel settore e potrebbero quindi allargare il proprio organico con esperti qualificati.

L’organico è costituito da ricercatori di ruolo e personale assunto a contratto.

Dr. Luigi Pari - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Luigi Pari è il coordinatore del Polo. E’ laureato in scienze agrarie ed ha un dottorato di ricerca in meccanica agraria. Ha svolto il ruolo di responsabile scientifico di circa quaranta di Progetti di ricerca finanziati principalmente dalla Unione Europea, ma anche dal MIPAAF, MIUR, ENEL e Regione Lazio.
Ha effettuato diversi Stages all’estero, sviluppando così una ottima conoscenza della lingua inglese e collaborazioni internazionali.
Ha progettato e costruito (o fatto costruire) diversi prototipi di macchine agricole per la raccolta delle colture da biomassa.

Inventore dei seguenti brevetti:
1. “Procedimento per il taglio e la posa in cumuli ordinati di colture forestali a rapida rotazione attraverso l’utilizzo di due prototipi: macchina per il taglio e macchina per l’accumulo” brevetto industriale n. DP 2002A0008
2. “Apparato di taglio a lama elicoidale per la riduzione in pezzi di colture vegetali e di materiali di diversa natura” brevetto industriale n. DP 2006A0008
3. “Macchina agricola per la raccolta, cippatura, carico su carro oppuire imballatura dei residui colturali arborei e/o erbacei ” brevetto industriale n. DP 2006A0008

e depositario delle seguenti domande di brevetto:

1. “Dispositivo per il trasporto e la deposizione di astoni di piante vegetali” (Domanda di brevetto n. TO2013A000970 del 28/11/2013).
2. “Apparato per la raccolta differenziata di frazioni vegetali di una coltura e macchina agricola utilizzante un siffatto apparato” (Domanda di brevetto n. TO2013A000328 del 23/04/2013.
3. “Gruppo per la separazione di pappi e macchina agricola utilizzante un gruppo siffatto” (Domanda di brevetto n. TO2013A000318 del 22/04/2013).
4. “Apparato di condizionamento di una coltura e macchina agricola utilizzante un siffatto apparato” (Domanda di brevetto n. TO2013A000609 del 17/07/2013).

Autore di circa 350 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e nazionali. E’ Valutatore scientifico dei progetti di ricerca per la Comunità Europea, Il MiPAF e la Regione Toscana.
Valutatore scientifico di progetti di ricerca in ambito nazionale (MIPAAF e la Regione Toscana) ed internazionale (Comunità Europea, Ministero Greco dell’Istruzione). Membro di Comitati tecnici e Gruppi di lavoro a livello nazionale ed internazionale. Recensore degli articoli scientifici presentati alle riviste internazionali “Biomass e Bioenergy”, “Applied Engineering in Agriculture”, “Asabe”, “GCB Bioenergy”, “Applied Energy”, “Soil & Tillage Research”, “British Journal of Applied Science & Technology” ed alle World Conferences and Technology Exhibition on Biomass for Energy, Industry and Climate.
Paper Rewiever e Chairman a conferenze internazionali, membro del comitato scientifico di convegni internazionali, autore di numerose pubblicazioni scientifiche e comunicazioni a Convegni Internazionali.
Membro di Commissioni tecniche in qualità di Editorial Board in ambito internazionale (AIMS Energy e Chemical Sensor) e nazionale (collana Scienze Forestali e Ambientali) Consulente dell’Unione Europea e di Ditte private per lo sviluppo di innovazioni tecnologiche e l’approvvigionamento di centrali a biomassa.
Docente a diversi Corsi di formazione, Corsi di aggiornamento, Dottorati di ricerca e Masters.
Membro del Comitato Tecnico Scientifico della Associazione Italiana Produttori e Trasformatori Biomassa, membro di diverse Commissioni, gruppi di lavoro, gruppi di studio ecc.
Membro della Commissione scientifica per la redazione dell’accordo di collaborazione bilaterale Italia-USA sulle bioenergie. 



Ing. Francesco Gallucci - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Laurea in ingegneria meccanica presso l’università di Roma “la Sapienza”; corso di perfezionamento post lauream in conduzione industriale presso l’Università di Roma “La Sapienza”;Ricercatore dal 2008 presso il CRA-ING di Monterotondo Roma; Coordinatore del progetto BTT (Bio Termo Test) e responsabile scientifico per la scheda CRA-ING del Progetto FAESI. Responsabile del laboratorio L A S-E R –B (Laboratorio Attività Sperimentali–Energia Rinnovabile–da Biomasse). Nell’ambito del progetto SOS-ZOOT scheda MAREA, ha progettato e realizzato un impianto bi-stadio in continuo per la produzione separata di H2 e CH4 da effluenti zootecnici e sottoprodotti da caseificio, domanda di brevetto WO 2014/147558 A1 del 25/09/2014. Esperto designato per il CRA nella commissione tecnico-scientifica esaminatrice procedura concorsuale emanata dall’ENAMA per la realizzazione di impianti dimostrativi per la produzione di Energia termica e/o elettrica; membro della commissione collaudo bando ENAMA impianti alimentati a biomassa.

  

Dr. Enrico Santangelo - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Il dott. Santangelo ha acquisito una formazione accademica nel campo del miglioramento genetico, utilizzando sia metodiche convenzionali (miglioramento genetico classico) che avanzate (biotecnologie) con conseguimento del dottorato di ricerca in Genetica Agraria. Competenza pluriennale nell’organizzazione di prove di campo effettuate su diverse specie agrarie e confrontando materiali di diversa provenienza.

Negli ultimi 4 anni ha maturato una conoscenza approfondita nel settore delle bioenergie. In tale ambito si è occupato del coordinamento e della pianificazione di attività di ricerca relativamente alla valutazione di prototipi per la raccolta meccanica di biomasse a destinazione energetica (pioppo, canna comune) e allo stoccaggio di biomasse legnose ed erbacee. Oltre all’organizzazione e allo svolgimento di attività di campo si è occupato della preparazione di proposte brevettuali e dell’editing di pubblicazioni scientifiche nei settori del miglioramento genetico e delle bioenergie.

 

 Dr.ssa Giovanna Ciriello - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Giovanna Ciriello si è laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l’Università di Roma “La Sapienza” (2003). Ha svolto attività di supporto tecnico-gestionale necessario al Presidente del CRA per lo svolgimento del proprio incarico istituzionale nonchè supporto alle attività amministrative e di segreteria del Servizio Programmazione della Ricerca del CRA, e nel 2009 ha inziato la sua collaborazione con il CRA-ING.
Responsabile della segreteria del gruppo Panacea, svolge anche ruolo di supporto ai ricercatori nella presentazione in lingua inglese dei risultati delle ricerche ai Convegni Internazionali, collabora alla redazione delle proposte alla U.E. e tiene i contatti con i Partners europei nell’ambito dei Progetti di Ricerca finanziati dalla U.E.

  

Dr. Angelo del Giudice - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Angelo Del Giudice si è laureato in Scienze Forestali presso l’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo nel luglio 2004.
Dall’ottobre 2002 al 2008 si è occupato principalmente dello studio e gestione sostenibile, con applicazioni informatizzate GIS su basi ecologiche e assestamentali, dei patrimoni silvo-pascolivi dei comuni riuniti nella Comunità Montana dei Monti Lepini.
Dal Marzo 2008 ha iniziato la sua collaborazione, tuttora in corso, presso il CRA-ING, entrando a far parte del gruppo PANACEA, coordinato dal Dott. Luigi Pari, dedicandosi in particolar modo:
– alla valutazione delle caratteristiche dendro-morfo-produttive delle colture arboree forestali allevate in SRF e SRM;
– campionamenti statistici in campo, all’esecuzione delle prove sperimentali di raccolta;
– prove sperimentali per lo sviluppo di prototipi innovativi per la raccolta delle colture dedicate;
– Caratterizzazione delle biomasse solide sulla base degli aspetti fisici-qualitativi secondo le prescrizioni della UNI EN 14961:2010;
Nel 2013 consegue il titolo di Dottore di Ricerca , in Scienze e Tecnologie per la Gestione Forestale e Ambientale dal titolo “Sminuzzato: aspetti tecnologici, requisiti qualitativi e innovazioni tecniche”, presso l’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo.

 

Dr. Alessandro Suardi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Alessandro Suardi, si è laureato in Scienze e Tecnologie Agrarie presso l’Università Politecnica delle Marche, nel Dipartimento di Scienze Applicate ai Sistemi Complessi dell’Area di Ingegneria Agraria. Tecnico di Controllo e Tutela Ambientale, Consulente e Revisore EMAS. Master di II livello in Analisi, Gestione e Conservazione della Biodiversità e del Paesaggio ottenuto presso l’Università Politecnica delle Marche. Dottorato di ricerca in Scienze e Tecnologie per la Gestione Forestale ed Ambientale ottenuto presso il DAFNE dell’Università di Viterbo con uno studio sulla valutazione della sostenibilità ambientale di tre colture energetiche in sostituzione della barbabietola da zucchero in Italia. Dopo un corso di perfezionamento per Esperti nella Produzione e Promozione di Energie da Fonti Rinnovabili svolto presso il Centro di Formazione e Studi Villa Montesca di Città di Castello, dal 2008 collabora con il gruppo PANACEA del CRA-ING di Monterotondo. Porta avanti studi di bilanci energetici e della valutazione della sostenibilità ambientale dei processi agricoli e agro-industriali utilizzando la metodologia LCA. Si occupa dell’analisi delle performance delle macchine agricole in campo e della qualità del lavoro svolto. Ha lavorato per i progetti Italiani Suscace e Faesi e dal 2011 è second contact person per i progetti Europei JatroMed ed Europruning.

 

 

Dr. Antonio Scarfone - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Dott. Scarfone ha una formazione universitaria Forestale/Ambientale di tipo internazionale. Dopo aver conseguito la laurea triennale in Scienze Forestali ed Ambientali all’Università della Tuscia di Viterbo, egli si è specializzato nelle Scienze dell’Ambiente Urbano e Rurale seguendo un percorso di formazione combinato tra la Tuscia e la PACE University of New York, che ha portato al conseguimento della Laurea Specialistica e dell’American Master of Science. Nel 2011, egli ha svolto una stage come intern/reporter presso il Liaison Office della Food and Agriculture Organization of the United Nations (NY, USA), partecipando a diversi UN meetings e scrivendo reports per la FAO. Nel 2012 il Dott. Scarfone ha iniziato la sua collaborazione con il CRA-ING lavorando come research assistant ed EU project manager presso il PANACEA group. I suoi principali campi di ricerca riguardano lo studio delle dinamiche di stoccaggio delle biomasse legnose e la valutazione delle performance di macchine agricole/forestali nate o adattate per la meccanizzazione di colture energetiche quali arundo, cardo, miscanto, sorgo zuccherino, pioppo, eucalipto, robinia. Attualmente il Dott. Scarfone collabora anche nell’ ambito di progetti EU quali Optima, Jatromed, Europruning e Fibra, fornendo supporto teorico e pratico nelle varie attività previste dai relativi progetti. Il lavoro svolto in questi anni al CRA-ING ha portato alla pubblicazione di numerosi articoli nazionali ed internazionali con IF, nonché alla partecipazione a diverse conferenze internazionali ed a collaborazioni con Università ed Istituti di ricerca esteri. Parallelamente alle attività svolte al CRA-ING, Il Dott. Scarfone è tuttora impegnato in un programma Ph.D. in Scienze Ambientali svolto presso l’Università della Tuscia, finalizzato allo studio delle dinamiche biologiche ed energetiche di stoccaggio di biomasse ligno-cellulosiche provenienti da colture erbacee ed arboree.

 

 Dr. Vincenzo Alfano - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Vincenzo Alfano si è laureato in Scienze Ambientali nel 2001 con il massimo dei voti, conseguendo successivamente due master universitari su tematiche ambientali. Da più di dieci anni si occupa di bioenergia, come collaboratore in attività di ricerca, dal 2004 al 2012, presso l’Unità Tecnica Fonti Rinnovabili dell’ENEA e, dal 2013 ad oggi, presso l’Unità di Ingegneria Agraria del CRA. Nel corso di questi anni ha maturato una profonda conoscenza del settore, ed in particolare ha sviluppato una elevata competenza nell’analisi della disponibilità di biomasse e nella pianificazione di filiere agroenergetiche, lavorando sia a progetti nazionali che europei. Dal 2010 collabora, inoltre, con l’Associazione Italiana per le Biomasse, ITABIA, con docenze a corsi di formazione, redazione di articoli tecnici e analisi e studi in riferimento alla bioenergia.
Attualmente, presso il CRA-ING, è impegnato nel supporto alle attività di ricerca previste da diversi progetti ed in particolare è coinvolto nel progetto Europruning, che ha come obbiettivo la valorizzazione a scopo energetico delle potature in Europa, e nel progetto BIT3G, finalizzato alla realizzazione di una bioraffineria di terza generazione integrata nel territorio.

 

 

 

 Dr. Simone Bergonzoli - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Simone Bergonzoli dopo aver conseguito la laurea triennale in Scienze Agrarie all’Università della Tuscia di Viterbo nel 2008, si è specializzato in Scienze dell’Ambiente Urbano e Rurale seguendo un percorso di formazione specializzato sull’Agroecologia e l’Agricoltura Biologica, che ha portato al conseguimento della Laurea Magistrale nel 2011. Ha conseguito il Dottorato di ricerca in ingegneria dei sistemi agrari e forestali (AGR 09, Meccanica Agraria) nel 2015 presso il DAFNE dell’Università di Viterbo con uno studio sulla valutazione della variabilità spaziale e temporale del suolo per la gestione sito specifica delle colture agrarie. Nel 2009, ha svolto un stage come intern/reporter presso il dipartimento Latina American and Caribbean del Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (IFAD), per la redazione di un report sulle tecniche di raccolta dell’acqua piovana (rainwater harvesting) per scopi agricoli e civili in America Centrale e Caraibi. Tale report è stato inserito nell’IFAD Water desk 2009. Dal 2010 ad oggi collabora con l’Unità di Ingegneria Agraria del CREA occupandosi di Agricoltura di precisione, Meccanica agraria e GIS, dal 2016 ha iniziato la sua collaborazione presso il gruppo PANACEA lavorando come ricercatore.