E’ stato condotto uno studio commissionato da Enel per verificare la disponibilità di terreni alla coltivazione di colture energetiche nei pressi della centrale di Torrevaldadiga; in una area di 60 km attorno a Civitavecchia è stato condotto un rilievo approfondito sulle specie coltivate e sulla tendenza alla riconversione dei seminativi.

Lo studio è stato condotto su tre livelli:

1. Censimento ISTAT 2000 a livello comunale.

2. Statistiche AGRIT 2004 – 2006.

3. Incontri tecnici ed interviste in loco.

Lo studio ha messo in luce la possibilità di riconvertire a colture energetiche circa 30.000 ha di terreno non coltivato od in fase di abbandono (anno 2006) in relazione al reddito ottenibile da parte dell’agricoltore dalla vendita del prodotto energetico, in relazione alle alternative colturali, legate agli andamenti dei prezzi dei seminativi ed alla organizzazione locale di filiera.

Si è quindi supportata l’impresa nella redazione di contratti di ritiro prodotto per favorire la organizzazione locale di filiera.